sabato 16 dicembre 2017
Home / Viaggiare e giocare / Sul Trenino Rosso con bambini: tutte le tappe dove scendere e giocare

Sul Trenino Rosso con bambini: tutte le tappe dove scendere e giocare

trenino-rosso-bambini1Che viaggiare sul Trenino Rosso del Bernina fosse una favola già lo sapevo, ma questa favola è piaciuta tantissimo anche a me che non sono più bambina, figuriamoci ai piccoli viaggiatori che si apprestano a salire a bordo di quel magico treno.

Per chi decide di fare un giro a bordo del Trenino Rosso con bambini al seguito, ecco i miei consigli sulle tappe che non possono essere saltate.

Si parte da Tirano e via, tutti attaccati al finestrino per ammirare i primi paesaggi, il verde che diventa sempre più intenso e che lascia qua e là posto al blu dei laghi che punteggiano la valle di Poschiavo.

cavaglia-2Se si vuole fare una sosta iniziale, poco dopo la partenza, Poschiavo è un carinissimo borgo con un semplice ma accogliente parco giochi al suo centro e comodissimo alla stazione.

Un giro nel borgo, un caffè nella meravigliosa piazza mentre i bambini corrono liberi e poi via che si riparte, sempre più su, verso le montagne.

Poco dopo Poschiavo, un’altra perfetta destinazione per immergersi nella natura e gustarsi un picnic circondati da acqua, verde e sentieri è Cavaglia: prati fioriti da dove ammirare il passaggio del trenino che puntualmente arriva alla stazione e colora il verde del suo rosso fiammante.

IMG_2890Da Cavaglia il treno sale e il paesaggio diventa roccioso, i laghi blu si fanno opalescenti e a quota 2.300 metri si giunge ad Ospizio Bernina, da dove ho ammirato uno dei più bei panorami mai visti al mondo.

Dalla stazione al punto più panoramico la salita è piuttosto ripida, ma con zaini e bimbi autonomi nel camminare, il percorso è fattibilissimo e, una volta terminato, il panorama vale la fatica.. meraviglioso.

Qui un piccolo hotel ristorante (il Cambrena) accoglie i piccoli visitatori nella sua veranda, dove possono giocare con acqua, erba e legnetti e intanto godersi uno spettacolo tutto naturale.

IMG_2353Dopo Ospizio Bernina, segnatevi una piccola fermata, Morteratsch dove, proprio dietro la stazione, c’è un piccolo semplicissimo parco giochi per fare giocare i piccoli viaggiatori prima o dopo avere intrapreso uno dei tanti percorsi che questa destinazione offre:

semplici tragitti nel verde, lungo il torrente, immersi in un paesaggio unico e spettacolare.

Se la natura, la pace e il paesaggio di Morteratsch vi hanno catturati, allora ci sono altre tre tappe d’obbligo da segnare per chi viaggia con bambini sul Trenino Rosso.

IMG_2515La prima tappa è Bergun, un borgo curato in ogni minimo dettaglio, caratteristico, circondato da enormi prati e montagne dove addentrarsi per ammirare il villaggio dall’alto, passeggiare e così incontrare mucche al pascolo, raccogliere fiori e poi sedersi su una panchina per riposare.

Terminato il riposo via a giocare: in un playground bellissimo e originale.

In villaggio, cercate il Reka Village, un residence dotato di un’area giochi per bambini enorme, su varie aree, adatta a grandi e piccini e aperta a tutti.

IMG_2477Qui si gioca, si fa un picnic nell’area attrezzata e si viaggia sul trenino, le cui rotaie girano intorno a tutto il parco giochi e lo rendono perfettamente inserito nel contesto circostante.

Un luogo che non può non divertire e non piacere, a grandi e piccini, vuoi per come strutturato, vuoi per il panorama che da qui si ammira.

E se Bergun vi è piaciuto, c’è un altro borgo che merita una sosta, anche se un po’ “fuori mano”:

Scuol.

 

scuol-per-appScuol è un villaggio più vivace e con più servizi rispetto a Bergun, ma che ha comunque saputo mantenere tipicità e naturalezza: case decorate con graffiti, piazze che si aprono dietro l’angolo e una magnifica chiesa gotica da cui si gode una splendida vista su tutto il paesaggio circostante.

Un panorama altrettanto splendido lo si può ammirare dal bellissimo playground situato dietro alle terme di Scuol (che sono un’ottima alternativa per trascorrere con bambini una giornata anche piovosa).

Un parco giochi per bambini tutto in legno, con giochi d’acqua e trattorifatti di copertoni dismessi, scivoli di ogni altezza e colore, per fare divertire e giocare ogni bambino che da qui non se ne vorrebbe più andare.

IMG_2837Infine vi suggerisco di raggiungere Davos: qui c’è uno dei più bei playground finora mai incontrati.

Questo l’articolo dedicato a Davos con bambini.

Volete leggere altro per un viaggio sul Trenino Rosso con bambini?

Dove dormire: i nostri consigli per organizzare il viaggio sul trenino

Viaggia sul Trenino Rosso e gioca su un lago di montagna: Arosa

E per tanti altri consigli e indicazioni, sul sito della Ferrovia Retica troverete utilissimi suggerimenti.

Potresti cercare

La natura per giocare.. Cosa fare in Val di Non con bambini

E chi ha detto che quando arriva l’inverno in montagna si può solo sciare? In …

7 commenti

  1. Veramente bello, ma questo viaggetto, con tutte le fermate che hai fatto tu per visitare i vari parchi, di quanti giorni necessita?

    • Ciao Gabriella, io farei la prima notte a Ospizio Bernina all’hotel Ristorante Cambrena, semplicissimo e con panorama fantastico. Poi farei tappa a Bergun, anche per più di una notte, perché è il posto che più mi è piaciuto. Infine, se vuoi aggiungere una città, considera Coira, comodissima da raggiungere col trenino rosso e moltoadatta a chi la visita con bambini. Presto arriverà il post dedicato. Comunque, mio consiglio, almeno 3/4 notti. se hai bisogno di dritte scrivimi pure!

  2. Mary veramente complimenti,hai descritto il luogo dei sogni mio è dei miei due bimbi!ti sto seguendo già dal precedente post e parlandone con mio marito abbiamo deciso di andare!!!!inoltre il nostro Leo di 4 anni ha nel DNA un amore sconfinato per i treni,e credo davvero impazzirebbe di gioia!ho guardato il sito per rendermi conto dei prezzi,effettivamente non è un viaggetto economico ma credo davvero valga tutta la spesa! Volevo sapere se più o meno sapevi dirmi quanto cosa il pernottamento al Cambrena ed al Bergun(e se qui hai qualche indirizzo dove poter soggiornare!). Ti chiedevo anche in che periodo tu sei andata,noi avevamo pensato alla prima settimana di agosto (l’unica compatibile con le ferie che abbiamo) il clima sarà piuttosto rigido secondo te?giusto per organizzarci coi bagagli!!ti ringrazio davvero per il bellissimo itinerario che ci hai fatto scoprire!!!Paola

    • Che bello Paola, mi fa tanto piacere leggere questo tuo commento, sono certa che non te ne pentirai, è un viaggio speciale.
      per ordine: io sono stata la settimana scorsa – quindi inizio giugno – e ho trovato un tempo splendido. l’estate è un periodo ottimo per vivere il viaggio sul trenino unito a passeggiate, pic nic, escursioni di questo bellissimo angolo di Svizzera.. ad ogni sosta c’è veramente tanto da scoprire (a breve usciranno degli articoli dedicati al trenino rosso con bambini sul sito della Ferrovia retica, ti segnalo quando sono online così prendi qualche spunto). Anche perché qui non ho descritto Coira e Arosa, altra tappa che consiglio durante questo viaggio.
      Dunque, considerando che la Svizzera è cara, i prezzi del Cambrena sono buoni: l’hotel è semplice, ma proprio la sua semplicità lo rende molto accogliente. Curato e cucina ottima, e soprattutto posizione super (la camminata per arrivare sale abbastanza ma ne vale la pena!). Lo farei la prima notte, perché come distanza da Tirano è fattabilissimo.
      A Bergun ho alloggiato in un hotel carino, semplice e comodissimo alla stazione (Hotel Ladina), ma ti direi di provare a dare un’occhiata al Reka.. è chiamato villaggio, ma a me sono sembrati tanti appartamenti uniti da questo meraviglioso playground. Non so, l’impressione da fuori è stata decisamente ottima e io dovessi tornare proverei a sentire lì.
      Se hai delle domande o curiosità chiedimi pure!

      Ciao Mary

  3. Salve..noi volevamo andare fra un mese..ma sarà troppa l’altitudine durante l’intera tratta da Tirano per una neonata di 11 mesi?

    • Ciao! Fate la tratta Tirano St Moritz? io credo proprio che non ci saranno problemi, vedrai che vi piacerà! Con una bimba piccola potresti scendere a Pontresina che è molto carina e fare un giro in carrozza oppure a Cavaglia per una passeggiata nel verde. Buon viaggio!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *