lunedì 20 agosto 2018
Home / Viaggiare e giocare / Cosa fare in Liguria: scoprire Framura tra borghi e mare

Cosa fare in Liguria: scoprire Framura tra borghi e mare

Già in questa recente occasione vi ho parlato di Liguria, qui di seguito trovate altri consigli su cosa fare in Liguria alla scoperta di borghi poco conosciuti ma davvero eccezionali.

Ancora Framura?

Ebbene sì, per scoprire angoli non conosciute davvero incantevole di questo “Comune diffuso“ tipicamente ligure.

Con l’auto raggiungiamo il primo borgo, Costa, per deliziarci dei colori pastello delle case, dei fiori collocati ovunque, sui davanzali, i banconi, sui muretti, in un susseguirsi di salite e discese, gradini, tutto immerso in un paesaggio caratterizzato da cipressi, ulivi, vigne, con il mare là, sullo sfondo, declinato nelle varie tonalità del blu.

Proseguendo la piacevole camminata eccoci al borgo di Setta dove ci concediamo una pausa caffè nel bar nel cuore del borgo.

Da qui riprende la camminata nella quiete d’un paesaggio rasserenante fino ad incontrare un piccolo parco giochi, con una barca che guarda il mare, perfetto per una sosta di gioco.

Gradini, salitella, discese, fino a raggiungere il borgo di Anzo, con fiori ovunque, case dai colori caldi, un ampio spazio con panchine per godere, comodi, la bellezza del mare e della natura circostante, in un’ atmosfera di grande tranquillità.

Da lì si scende verso la spiaggia di Torsei e la stazione di Frattura (la spiaggia è adiacente alla stazione e da lì parte una bella passeggiata precedentemente descritta in questo articolo).

La tentazione è tanta la qua non è ancora tiepida ma il richiamo è forte ed ecco il primo bagno della stagione: una sferzata di benefica energia, prima di recarsi al ristorante.

E che ristorante!

L’Agave, questo ne è il nome, si appoggia agli scogli in più livelli: roccia, cielo e mare blu, un incanto!

E non solo la posizione lo rende assolutamente consigliabile, ma anche e soprattutto la qualità del cibo, basata su prodotti del territorio di prima qualità, dai sapori e dalla gradevolezza indimenticabili.

Una simile esperienza non può che mettere le ali ai piedi: alla stazione di Framura non leggiamo le bici per raggiungere, pedalando nelle vecchie gallerie, Bonassola e poi Levanto, dove ci attende una piacevolissima sorpresa: una barca per un giro alla scoperta della costa tra Levanto e Framura.

Emiliano, il conduttore dell’imbarcazione Pevea ci fa da guida alla scoperta delle coste del Levante Ligure.

Levanto, ricercata stazione balneare della ricca borghesia dell’inizio del secolo scorso, oggi vanta un turismo internazionale.

A Punta Gatta le cave di arenaria da cui si trassero materiali per la costruzione del borgo, poi un susseguirsi di grotte naturali in cui si insinua un mare blu, tratti delle gallerie prima percorse in bicicletta, stratificazione di marmo rosso di Levanto, in un alternarsi di colori quasi sospesi tra il blu del cielo e del mare.

Sotto di noi, tre relitti risalenti alla seconda guerra mondiale, gioia dei numerosi sub che in queste acque vengono ad immergersi.

E questo mare ci riserva un’ulteriore sorpresa: un banco di simpatici delfini che ci accompagnano verso Framura, tappa privilegiata di questa indimenticabile esperienza in un tratto di Liguria di Levante ancora non abbastanza conosciuto e degno di attenzione da parte dei turisti che in ogni stagione affollano la costa che da Genova va verso Levanto e le Cinque Terre.

Cosa fare in Liguria con bambini?

Qui altri utili articoli

Cinque terre con bambini: i parchi giochi da segnare

 

Potresti cercare

provenza con bambini cosa vedere

Viaggio in Provenza con bambini: i borghi da visitare e in cui giocare

Il nostro viaggio in Provenza con bambini inizia a Eze, poco dopo il confine con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.