venerdì 22 Gennaio 2021

Val Duron con bambini in inverno: come organizzare la visita

val-duron-campitelloUna valle ancora incontaminata (se si riesce a evitare il weekend molto meglio), paesaggi che sembrano usciti da un libro di fiabe, semplice da raggiungere e ideale per famiglie.

Questa è la Val Duron, laterale della Val di Fassa.

Noi l’abbiamo vissuta immersi nella neve e ci siamo come ritrovati in un quadro da cui non saremmo più voluti uscire.

Val Duron in inverno: come arrivare

val-duron-bambiniPunto di partenza è Campitello: dal centro del paese di seguono le indicazioni verso l’inizio della strada forestale innevata che sale in valle. I parcheggi non sono molti quindi noi abbiamo optato per lasciare l’auto direttamente in paese (posteggi a pagamento).

La strada che da subito inizia a salire è quasi sempre battuta e percorribile anche senza ciaspole.

Il primo tratto è abbastanza ripido e in generale la salita a piedi alterna tratti pianeggianti a salite (alcune delle quali leggermente impegnative ma, con calma, fattibili anche con bambini).

Consiglio di considerare un’ora abbondante per la salita a piedi che noi abbiamo apprezzato moltissimo perché anche nel bosco il paesaggio innevato ci ha regalato un’atmosfera magica.

Per chi preferisce evitare la salita a piedi può optare per il servizio motoslitta organizzato dal Rifugio Micheluzzi che parte proprio dall’inizio della strada forestale e arriva al rifugio (contattare il rifugio per informazioni su costi del servizio).

Arrivando al Rifugio Micheluzzi il paesaggio si apre e si entra nella meravigliosa piana della Val Duron dominata dai denti di Terrarossa sullo sfondo che accompagnano i visitatori nei loro percorsi alla scoperta della valle.

Si può camminare su sentieri più o meno lunghi in un luogo davvero incantato (anche solo arrivare alla Baita Lino Brach merita proprio) e da qui proseguire ancora almeno fino al bivio che segnala il Lago Antermoia.

Il percorso dal Rifugio Micheluzzi è pianeggiante e facilmente percorribile dai bambini. Un percorso in un luogo fiabesco che si snoda tra le meravigliose baite di legno che caratterizzano la Val Duron.

In inverno la valle è poco soleggiata quindi il freddo si fa sentire, ma è sufficiente partire attrezzati e tra tutto quello spettacolo quasi ci si dimentica delle temperature.

La discesa verso Campitello dal Rifugio Micheluzzi è piuttosto ripida e in inverno è divertente farla con lo slittino chiaramente prestando attenzione ai tratti più scoscesi, se optate per questa soluzione ricordate di portarlo con voi quando organizzate la visita in Val Duron con bambini.

Vi lascio un altro consiglio per una seconda escursione in Val di Fassa con bambini in inverno:

Verso il rifugio Fuciade a Passo San Pellegrino

Potresti cercare

giganti-dambo-belgio

I giganti di Thomas Dambo: da vedere in Belgio con bambini

In una foresta del Belgio si nascondo sette giganti di legno, opere d’arte realizzate da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.